HOME > I VIGNETI > I VITIGNI

Alla base dei grandi vini ci possono essere solo grandi uve

Alla base dei grandi vini ci possono essere solo grandi uve da trasformare nel modo più semplice possibile.

Per questo si è deciso di realizzare impianti viticoli con densità triple rispetto a quelle usate tradizionalmente in zona, piantando 8500 ceppi per ettaro su filari larghi solo 1,70 Mt.

I tralci si allungano anche un metro e mezzo, permettendo alle foglie una perfetta metabolizzazione degli elementi del suolo e del sottosuolo. In questa maniera si ottiene l' equilibrio tra piante e uva prodotta: con circa un kg di frutti per ceppo l'uva arriva a maturazione senza dover per forza ricorrere ai diradamenti.

In questi terreni le vendemmie sono tardive, per avere il tempo di arrivare al perfetto equilibrio tra zuccheri, acidità, polifenoli, ed aromi in maniera da non dover intervenire in cantina.